SlideshowAttivita

GSE – Pubblicate le Modalità operative per il riconoscimento delle tariffe a copertura dei costi sostenuti dal GSE per il sostegno alle fonti rinnovabili

Lo scorso 13 maggio 2015 il GSE, come previsto dall’Allegato 1 del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 24 dicembre 2014, ha pubblicato le Modalità operative per il riconoscimento delle tariffe a copertura dei costi sostenuti dal GSE per il sostegno alle fonti rinnovabili e all’efficienza energetica. Le nuove tariffe, in vigore dal 1 gennaio 2015 e valide per il triennio 2015 – 2017 a copertura dei costi sostenuti dal Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. per lo svolgimento delle attività di gestione, verifica e controllo sui meccanismi di incentivazione e sostegno delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica,… Continue reading

GSE – Pubblicato il DTR per il mantenimento degli incentivi in Conto Energia

A seguito della consultazione pubblica avviata il 23 febbraio 2015, il 1° maggio 2015 il GSE ha pubblicato il Documento Tecnico di Riferimento (di seguito DTR) per il mantenimento degli incentivi in Conto Energia. Il DTR definisce le regole e illustra le modalità che gli Operatori sono tenuti a seguire per salvaguardare il diritto agli incentivi. Il documento descrive modalità e tempistiche di comunicazione al GSE delle modifiche apportate agli impianti incentivati, con riferimento anche agli interventi già conclusi prima della pubblicazione del DTR, nonché a quelli in corso di realizzazione. In particolare il DTR si occupa delle regole e… Continue reading

Dispositivi medici e responsabilità da prodotto difettoso: le novità secondo la Corte di Giustizia Europea

La Corte di Giustizia Europea in data 15 Marzo 2015 (nelle cause riunite C-503/13 e C-504/13) ha emesso una sentenza interpretativa in materia di responsabilità da prodotto difettoso che introduce novità sostanziali nella disciplina vigente, ampliando la nozione di “prodotto difettoso” e di “danno risarcibile”. La questione Il caso esaminato dalla Corte concerne dispositivi medici e segnatamente defibrillatori e peacemaker, di cui il produttore, effettuando i propri routinari controlli di qualità, aveva rilevato un possibile guasto che ne avrebbe potuto compromettere la regolare funzionalità. L’azienda aveva dunque invitato in via cautelativa i medici a sostituire i peacemaker e i defibrillatori… Continue reading

La giurisprudenza conferma che alternatori e trasformatori di una centrale elettrica non debbono computarsi nel calcolo per la determinazione della rendita catastale

La Commissione Tributaria Regionale di Perugia con due recentissime sentenze, la n. 163/03/2015 e la n. 164/03/2015, ha sancito l’esclusione dall’obbligo di accatastare gli alternatori e i trasformatori per le centrali elettriche. La conclusione a cui sono pervenuti i giudici tributari umbri è basata sui princìpi fino ad oggi formatisi in materia, secondo i quali in sostanza è da ritenere che siano esclusi dall’attribuzione della rendita catastale tutti gli impianti posti a valle del generatore di forza motrice, cioè appunto gli alternatori e i trasformatori. Tale elementi sono da considerare, infatti, quali macchine elettriche strumentali alla produzione svolta nell’opificio, senza… Continue reading

Il nuovo utilizzo di un dispositivo medico già brevettato

In ambito farmaceutico è possibile utilizzare una medesima sostanza per diverse finalità terapeutiche e, in tal caso, ricorrendone i presupposti, richiedere più brevetti in relazione alla medesima sostanza, ossia un brevetto per ciascun diverso utilizzo della stessa sostanza per diverse indicazioni terapeutiche. Nel mondo dei dispositivi medici questo non è possibile; pertanto se un certo dispositivo è stato brevettato in relazione ad un determinato utilizzo e successivamente viene scoperta una nuova forma di utilizzazione dello stesso dispositivo, non sarà possibile ottenere un nuovo brevetto in relazione a tale nuovo ed ulteriore utilizzo. E quanto stabilito con sentenza resa in data… Continue reading

Spunti di riflessione sulla riforma delle integrazioni tariffarie per le imprese elettriche minori non interconnesse.

Il sistema di approvvigionamento energetico delle isole non interconnesse alla rete di trasmissione elettrica nazionale risale a più di cinquant’anni fa ed è basato, anacronisticamente e a differenza dei meccanismi operanti sul territorio nazionale, su un regime di integrazione tariffaria, che riconosce i costi a piè di lista sostenuti per lo svolgimento del servizio elettrico in forma integrata da parte delle imprese elettriche che svolgono le attività di produzione, distribuzione, misura e vendita dell’energia elettrica sulle isole minori. Le cc.dd. Imprese Elettriche Minori, dunque, producono energia solitamente mediante l’acquisto di gasolio a prezzi di mercato, e la distribuiscono agli utenti… Continue reading

Robin Tax, la Consulta ne sancisce la incostituzionalità

La recentissima sentenza della Corte Costituzionale n. 10-2015, pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 12 Febbraio, ha sancito l’incostituzionalità della cosiddetta “Robin Tax”. L’addizionale IRES era solo una delle (tante) altre misure recentemente e inaspettatamente introdotte dal legislatore con impatto sulla redditività degli impianti fotovoltaici che complessivamente stanno gradualmente portando al default i finanziamenti in essere dei produttori fotovoltaici (tra le altre le recentissime variazioni del c.d. regime dedicato e dei c.d. prezzi minimi garantiti, la rimodulazione retroattiva degli incentivi, l’introduzione di costi di gestione amministrativa in favore del GSE, l’abbassamento delle quote di ammortamento inizialmente previste). Come noto, i… Continue reading

Importazione parallela di farmaci, se ne occupa la Corte di Giustizia Europea

FuscoCome noto alcuni paesi della così detta ex area sovietica, sono entrati a far parte dell’Unione Europea nel 2004. Si tratta delle repubbliche di Estonia, Cipro, Lettonia, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Slovenia, repubblica Ceca e repubblica Slovacca. In tali paesi un differente sistema normativo ha dato luogo ad un livello di protezione brevettuale negli stati aderenti, prima dell’adesione, inferiore alla protezione richiesta dal diritto dell’UE, con particolare riferimento ai brevetti per prodotti farmaceutici. Pertanto determinati prodotti che in altri paesi membri sono protetti da brevetto o da certificato di protezione complementare, possono essere messi in commercio, anche con il consenso… Continue reading

Pubblicità di integratori alimentari vs. specialità farmaceutiche

Il settore dei prodotti neutraceutici o integratori alimentari è un ambito nel quale si ravvisano frequenti interventi sanzionatori da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. L’Autorità, infatti, a seguito dell’entrata in vigore del Regolamento Ce 1924/2006, relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari, ha adottato un approccio restrittivo, giungendo a considerare ingannevole qualsiasi pubblicità di integratori alimentari che includa claims salutistici non previamente autorizzati dalla Commissione europea. In tale contesto, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è intervenuta nuovamente con il provvedimento n. 25298 del 28 gennaio 2015, per sanzionare una azienda produttrice… Continue reading

A Milano la terza Autorità Internazionale di Deposito dei microoganismi

In base al Trattato di Budapest firmato il 28 Aprile 1977, ogni Stato contraente che permetta o richieda il deposito di microorganismi ai fini della procedura brevettuale, deve individuare uno o più enti a ciò specificamente abilitati, denominati “IDA” (“International Depository Authority” o “Autorità Internazionale di Deposito”). L’Ufficio Brevetti Europeo riconosce il deposito di microorganismi quando effettuato presso un’Autorità Internazionale di Deposito. L’ente di deposito per essere qualificato come IDA, deve possedere una serie di requisiti operativi e funzionali, disporre del personale e delle attrezzature necessarie per lo svolgimento dei compiti scientifici ed amministrativi che deve assolvere in virtù del… Continue reading

Il Blog

Con questo blog intendiamo offrire un servizio di aggiornamento sulle novità normative e giurisprudenziali di interesse per il mondo delle imprese, nell’ambito del diritto commerciale, della proprietà intellettuale, delle ristrutturazioni e procedure concorsuali, nonché nel settore farmaceutico e dell’energia.

 

Il blog è gestito da

EUNOMIA – Studio di Avvocati
www.eunomiastudio.it