SlideshowAttivita

Il cybersquatting ha le ore contate: il caso Moncler

La procedura uniforme dell’OMPI per la risoluzione delle controversie in materia di nomi a dominio L’espressione anglosassone cybersquatting, così come la locuzione domain grabbing (da to grab=ghermire) e domain squatting, indica l’attività illegale di chi si appropria di nomi di dominio corrispondenti a marchi commerciali altrui o a nomi di personaggi famosi al fine di realizzare un lucro sul trasferimento del dominio a chi ne abbia interesse od un danno a chi non lo possa utilizzare; talvolta l’utilizzatore abusivo, invece, usa il nome a dominio che ricalca il marchio altrui, per realizzare uno o più siti web… Continue reading

La guerra del broccolo accende il conflitto

Il Parlamento Europeo non ha digerito la decisione con la quale l’Ufficio Europeo dei Brevetti ha statuito la brevettabilità di taluni ortaggi aventi speciali caratteristiche (nella specie, pomodori e broccoli), ottenuti con tecniche di riproduzione convenzionale. Il Parlamento ha infatti approvato a larga maggioranza (413 voti favorevoli e 86 voti contrari) una risoluzione con la quale ha invitato la Commissione europea ad intervenire urgentemente per chiarire l’effettiva portata della legislazione europea in materia di invenzioni biotecnologiche e contrastare l’azione dell’EPO in favore della brevettazione di prodotti ottenuti con metodi essenzialmente naturali. Il precedente Ne avevamo già parlato in questo blog… Continue reading

iWATCH: marchi, keywords ed altre cose ancora

Secondo il Tribunale di Milano è lecito l’ utilizzo del marchio altrui come keyword per indirizzare la clientela sui propri prodotti attraverso la rete internet. Nel caso in esame (ordinanza del Tribunale di Milano del 14/12/2015) la green light è stata data dal tribunale meneghino alla Apple Inc. Il contenzioso La rinomata produttrice di prodotti iconici come l’IPhone e l’ IPad, nel 2015 ha lanciato sul mercato mondiale un nuovo prodotto, un orologio da polso, ovviamente elettronico, con le funzioni di un moderno computer personale: naviga in internet, svolge ricerche in rete a fronte di un semplice comando vocale, gestisce… Continue reading

L’invenzione del dipendente e l’equo premio dovuto

Con una recente sentenza (n. 12048 del 28 Ottobre 2015) il Tribunale di Milano ha puntualizzato alcuni principi in merito all’istituto dell’ equo premio, ossia il compenso dovuto al dipendente che abbia realizzato un’invenzione nell’ambito della propria attività lavorativa. La legittimazione passiva del datore di lavoro Nel caso esaminato dal tribunale milanese, l’invenzione è stata sviluppata da un dipendente di una società italiana, me è stata successivamente brevettata da una consociata estera, cui la società italiana aveva ceduto i diritti di sfruttamento dell’invenzione. In base all’art. 64 CPI, il diritto all’equo premio sorge in capo al lavoratore dipendente qualora il… Continue reading

Fonti rinnovabili: nulle le clausole che riconosco royalties ai comuni

Il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche ha definitivamente dichiarato la nullità delle clausole e di tutte le convenzioni che favoriscono la corresponsione di royalties a favore dei Comuni, in quanto lesive della libertà di impresa, prive di causa ed, oltretutto, in contrasto con la normativa comunitaria. La prassi comune ed ingiustificata consisteva, infatti, nella negoziazione di accordi con i Comuni, i quali avevano come scopo principale la distrazione in proprio favore di parte degli incentivi che lo Stato riconosceva per la produzione di energia pulita, in cambio della rinuncia degli enti locali stessi a contestare la localizzazione degli impianti. La… Continue reading

Nuovi criteri per la determinazione della rendita catastale: esclusi dalla stima i pannelli fotovoltaici non integrati sui tetti e nelle pareti di costruzioni

La legge 28 dicembre 2015, n. 208 (“Legge di Stabilità“) ha ridefinito i criteri di determinazione della rendita catastale degli immobili a destinazione speciale, censibili nelle categorie dei gruppi D ed E, così incidendo sul quadro normativo di riferimento. Recentemente, l’Agenzia delle Entrate – Direzione Catasto, Cartografia e Pubblicità Immobiliare, con Circolare n. 2/E pubblicata in data 1 febbraio 2016, ha definitivamente chiarito la portata dell’intervento della Legga di Stabilità, fornendo rilevanti indicazioni anche in merito alla stima catastale dei pannelli solari. La Circolare n. 2/E ha inoltre delineato nuove metodologie in tema di identificazione e caratterizzazione degli… Continue reading

La determinazione del valore di liquidazione della quota del socio receduto

La questione giuridica. Recentemente, con Decreto emesso il 25 novembre 2015, n. 3065, il Tribunale di Milano ha riconfermato l’orientamento giurisprudenziale secondo il quale, per impugnare la valutazione di valore della quota del socio di s.r.l. receduto resa dall’esperto nominato dal giudice, è del tutto inidoneo ed inammissibile un ricorso di volontaria giurisdizione richiedendosi, invece, un procedimento contenzioso nel corso di un ordinario giudizio di cognizione. La preferibile natura contenziosa dell’intervento del giudice è stata ribadita dal tribunale milanese in una vicenda avente ad oggetto il ricorso di volontaria giurisdizione presentato da due soci di una s.r.l. e volto a… Continue reading

SPALMA INCENTIVI – PUBBLICATA L’ORDINANZA, SI ATTENDE LA FISSAZIONE DELL’UDIENZA

Il 2 dicembre 2015 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’ordinanza del T.A.R. Lazio che – a luglio 2015 – aveva disposto la sospensione dei giudizi pendenti e la rimessione alla Corte Costituzionale della questione di legittimità costituzionale concernente l’art. 26, comma 3, D.L. n. 91/2014, meglio conosciuto come “spalma incentivi”, con il quale sono stati unilateralmente ridotti gli incentivi a favore degli operatori del fotovoltaico[1]. Nella fattispecie il T.A.R. Lazio, a seguito di numerosi procedimenti promossi in tale ambito, ha rimesso alla Corte Costituzionale la decisione sulla legittimità della norma in questione, a fronte del fatto che… Continue reading

L’invenzione del dipendente e l’equo premio dovuto

Con una recente sentenza (n. 12048 del 28 Ottobre 2015) il Tribunale di Milano ha puntualizzato alcuni principi in merito all’istituto dell’ equo premio, ossia il compenso dovuto al dipendente che abbia realizzato un’invenzione nell’ambito della propria attività lavorativa. La legittimazione passiva del datore di lavoro Nel caso esaminato dal tribunale milanese, l’invenzione è stata sviluppata da un dipendente di una società italiana, me è stata successivamente brevettata da una consociata estera, cui la società italiana aveva ceduto i diritti di sfruttamento dell’invenzione. In base all’art. 64 CPI, il diritto all’equo premio sorge in capo al lavoratore dipendente qualora il… Continue reading

VADEMECUM – Controlli e sanzioni in materia di incentivi nel settore elettrico di competenza del GSE S.p.A. (DM 31/01/2014)

In attuazione dell’articolo 42 del D.lgs. 3 marzo 2011, n. 28, il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato il D.M. 31 gennaio 2014 che definisce un sistema organico di controlli in materia di incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (il “Decreto”, pubblicato in GU N. 35 del 12/02/2014). In attuazione dell’art. 4 del Decreto (“Soggetti preposti ai controlli”), in data 4 luglio 2014, il GSE ha dapprima affidato in appalto la “Gestione delle verifiche documentali, ai sensi del d.m. 31 gennaio 2014, al fine di accertare la sussistenza o la permanenza… Continue reading

Il Blog

Con questo blog intendiamo offrire un servizio di aggiornamento sulle novità normative e giurisprudenziali di interesse per il mondo delle imprese, nell’ambito del diritto commerciale, della proprietà intellettuale, delle ristrutturazioni e procedure concorsuali, nonché nel settore farmaceutico e dell’energia.

 

Il blog è gestito da

EUNOMIA – Studio di Avvocati
www.eunomiastudio.it